Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Nei pazienti con epatite C cronica e malattia renale all’ultimo stadio, la fibrosi allo stadio III-IV è associata in modo indipendente a steatosi epatica e a trombocitopenia


La storia naturale dell’epatite C cronica nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale è ancora argomento di studio.

Ricercatori dell’Università della California, Irvine Mediaci Center, hanno studiato la presentazione clinica dell’epatite C cronica ed i fattori associati alla fibrosi di stadio III-IV nei pazienti affetti da epatite C cronica e malattia renale all’ultimo stadio.

Lo studio è stato compiuto su 91 pazienti con epatite C cronica e malattia renale all’ultimo stadio e 159 soggetti con normale funzione renale.

La presentazione è risultata indipendentemente correlata con l’etnia non-caucasica ( odds ratio, OR = 3.24; p = 0.0003 ) e con una storia di diabete mellito ( OR = 7.911; p < 0.0001 ), e con più basse frequenze di obesità ( OR = 0.457; p = 0.035 ), steatosi ( OR = 0.372; p = 0.003 ) e fibrosi allo stadio III-IV ( OR = 0.403; p = 0.016 ).

In seguito ad aggiustamenti per livelli sierici di alfa-fetoproteina ( AFP ) e di RNA virale, l’epatite C cronica e la malattia renale all’ultimo stadio sono risultate indipendentemente associate a più basse frequenze di elevati livelli di alanina aminotransferasi ( ALT; OR = 0.175; p = 0.02 ) e di aspartato aminotransferasi ( AST; OR = 0.169; p = 0.04 ), ma a più alte frequenze del rapporto AST/ALT superiore ad 1 ( OR = 7.173; p = 0.002 ) e di ipoalbuminemia ( OR = 9.567; p = 0.0007 ).

Rispetto ai pazienti con normale funzione renale e fibrosi allo stadio III-IV, quelli con malattia renale all’ultimo stadio e con fibrosi allo stadio III-IV hanno mostrato una frequenza significativamente maggiore di storia di diabete mellito ( OR = 8.014; p = 0.0031 ) ed una frequenza inferiore di elevati livelli di alanina aminotansferasi e di albumina, ed un rapporto AST/ALT superiore a 1.

Tra i pazienti con epatite C cronica e con malattia renale allo stadio terminale, la presenza di fibrosi allo stadio III-IV è risultata significativamente correlata con steatosi epatica ( OR = 4.523; p = 0.012 ) e trombocitopenia ( OR = 4.884; p = 0.044 ), che erano indipendenti dalle frequenze di storia di diabete mellito, splenomegalia e di più alti livelli di aspartato aminotransferasi.

Dai dati dello studio, è possibile affermare che l’epatite C cronica e la malattia renale allo stadio terminale sono indipendentemente associate a più elevate frequenze di storia di diabete mellito, ma a più basse frequenze di obesità e di steatosi epatica, fibrosi allo stadio III-IV e di elevati livelli di transaminasi.

Nei pazienti con epatite C cronica e malattia renale all’ultimo stadio, la fibrosi allo stadio III-IV non è associata con storia di diabete mellito, ma è correlata in modo indipendente a steatosi epatica e a trombocitopenia. ( Xagena2005 )

Hu KQ et al, Am J Gastroenterol 2005; 100: 2010-2018

Gastro2005 Nefro2005 Inf2005


Indietro