Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

I pazienti con epatite C presentano un più alto rischio di linfoma non-Hodgkin e mieloma


Lo scopo dello studio è stato quello di valutare l’associazione tra infezione da virus dell’epatite C ( HCV ) e linfoma non-Hodgkin, mieloma multiplo, tumore tiroideo, leucemia linfatica cronica, leucemia linfatica acuta, linfoma di Hodgkin.

Lo studio ha riguardato una coorte di 27.150 persone infettate con HCV.

Durante il periodo 1990-2000 ci sono stati 50 casi di linfoma non-Hodgkin, 15 casi di mieloma multiplo, 14 casi di leucemia linfatica acuta, 8 casi di tumore tiroideo, 6 casi di leucemia linfatica cronica ed 1 caso di linfoma di Hodgkin.

Il rischio di linfoma non-Hodgkin e di mieloma multiplo è risultato significativamente aumentato tra le persone infettate da HCV da più di 15 anni ( SIR = 1.89 e 2.54, rispettivamente ).

Nonostante il ritardo nella diagnosi di infezione da HVC che può aver sottostimato il rischio, lo studio ha mostrato un aumento significativo del rischio di linfoma non-Hodgkin e di mieloma multiplo tra i pazienti infettati dal virus dell’epatite C. ( Xagena2005 )

Duberg A-S et al, Hepatology 2005; 41: 652-659

Gastro2005 Emo2005 Onco2005 Inf2005


Indietro