Gastrobase.it
XagenaNewsletter
Gastroenterologia Xagena
Medical Meeting

Infezione da HCV genotipo 1 e precedente trattamento antivirale ad azione diretta: Glecaprevir e Pibrentasvir per 12 settimane


Sebbene le terapie antivirali ad azione diretta ( DAA ) per l’infezione cronica da virus dell'epatite C ( HCV ) abbiano dimostrato alti tassi di risposta virologica sostenuta ( SVR ), può ancora verificarsi fallimento virologico, che potrebbe condurre alla comparsa di resistenza virale, con diminuzione dell'efficacia di un successivo trattamento.
Le opzioni di trattamento per i pazienti che hanno fallito precedenti regimi contenenti gli antivirali ad azione diretta, in particolare quelli con gli inibitori di NS5A, sono limitate.

MAGELLAN-1, uno studio di fase 2, in aperto, ha valutato l'efficacia e la sicurezza di Glecaprevir più Pibrentasvir con o senza Ribavirina nei pazienti infettati con virus HCV genotipo 1 con precedente fallimento virologico alla terapia anti-HCV con antivirali ad azione diretta.

Un totale di 50 pazienti non-cirrotici sono stati randomizzati a tre bracci: Glecaprevir 200 mg più Pibrentasvir 80 mg ( braccio A ), Glecaprevir 300 mg più Pibrentasvir 120 mg con Ribavirina 800 mg una volta al giorno ( braccio B ), oppure Glecaprevir 300 mg più Pibrentasvir 120 mg senza Ribavirina ( braccio C ).

All'analisi intent-to-treat, la risposta virologica sostenuta alla 12.a settimana post-trattamento ( SVR12 ) è stata raggiunta nel 100% ( 6/6, IC 95%, 61-100 ), nel 95% ( 21/22, IC 95%, 78- 99 ), e nell’86% ( 19/22, IC 95%, 67-95 ) dei pazienti, rispettivamente, nei bracci A, B, e C.

Il fallimento virologico si è verificato in nessun paziente nel braccio A, e in 1 paziente nei bracci B e C ( 2 pazienti nel braccio C sono andati persi nel corso del follow-up ).

La maggior parte degli eventi avversi sono stati lievi; non sono stati osservati eventi avversi gravi correlati al farmaco in studio e nessuna rilevante anomalia di laboratorio nei livelli di alanina aminotransferasi ( ALT ), bilirubina totale, o emoglobina.

In conclusione, la combinazione di Glecaprevir e Pibrentasvir è risultata altamente efficace e ben tollerata nei pazienti con infezione da HCV GT1 e precedente fallimento della terapia a base di antivirali ad azione diretta; la co-somministrazione di Ribavirina non ha migliorato l'efficacia. ( Xagena2017 )

Poordad F et al, Hepatology 2017; Epub ahead of print

Gastro2017 Inf2017 Farma2017


Indietro