Gastrobase.it
XagenaNewsletter
Gastroenterologia Xagena
Medical Meeting

Regime antivirale senza Interferone per infezione da HCV dopo trapianto di fegato


Il virus dell'epatite C ( HCV ) è l'indicazione principale per il trapianto di fegato in tutto il mondo, e regimi contenenti Interferone sono associati con bassi tassi di risposta a causa degli effetti tossici limitanti il trattamento nei pazienti immunosoppressi che ricevono un trapianto di fegato.

È stata valutata la terapia senza Interferone con Ombitasvir, inibitore NS5A, in combinazione con l'inibitore della proteasi potenziato con ABT-450 / Ritonavir ( ABT-450/r ), l’inibitore non-nucleosidico della polimerasi NS5B, Dasabuvir e Ribavirina nei pazienti con trapianto di fegato con infezione ricorrente da HCV genotipo 1.

Sono stati arruolati 34 pazienti con trapianto di fegato senza fibrosi o fibrosi lieve che hanno ricevuto Ombitasvir-ABT-450/r ( in dose unica giornaliera di 25 mg di Ombitasvir, 150 mg di ABT-450 e 100 mg di Ritonavir ), Dasabuvir ( 250 mg 2 volte al giorno ) e Ribavirina per 24 settimane.

La selezione della dose di iniziale di Ribavirina e le successive modifiche alla dose per anemia sono state a discrezione dello sperimentatore.

L'endpoint primario di efficacia era la risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane dalla fine del trattamento.

Dei 34 partecipanti allo studio, 33 hanno avuto una risposta virologica sostenuta nelle settimane post-trattamento 12 e 24, per un tasso del 97%.

Gli eventi avversi più comuni sono stati affaticamento, mal di testa e tosse.
Per 5 pazienti ( 15% ) è stata necessaria l’Eritropoietina; nessun paziente ha richiesto trasfusioni di sangue.

Un paziente ha interrotto i farmaci in studio a causa di eventi avversi dopo la settimana 18, ma ha avuto una risposta virologica sostenuta.

I livelli ematici di inibitori della calcineurina sono stati monitorati, e i dosaggi sono stati modificati per mantenere i livelli terapeutici; nessun episodio di rigetto è stato osservato nel corso dello studio.

In conclusione, il trattamento con il regime multitarget di Ombitasvir - ABT-450/r e Dasabuvir con Ribavirina è stato associato a un basso tasso di eventi avversi gravi e a un alto tasso di risposta virologica sostenuta nei soggetti con trapianto di fegato con infezione recidivante da HCV genotipo 1, una popolazione storicamente difficile da trattare. ( Xagena2014 )

Kwo PY et al, N Engl J Med 2014;371:2375-2382

Inf2014 Gastro2014 Farma2014


Indietro