Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Trapianto di fegato precoce per grave epatite alcolica


Generalmente viene richiesta un’astinenza di 6 mesi dall’alcol prima che i pazienti con epatite alcolica grave siano presi in considerazione per il trapianto di fegato.

I pazienti con epatite che non-risponde a terapia medica hanno un tasso di sopravvivenza di circa il 30%.

Dal momento che molti decessi per epatite alcolica si manifestano entro 2 mesi, il trapianto di fegato precoce è un’opzione interessante, ma controversa.

Sono stati selezionati pazienti da 7 Centri per trapianto epatico precoce.

I pazienti non avevano avuto precedenti episodi di epatite alcolica e mostravano punteggi uguali o superiori a 0.45 secondo il modello Lille ( che calcola i punteggi da 0 a 1, con un punteggio maggiore o uguale a 0.45 che indica la mancanza di risposta alla terapia medica e un aumento del rischio di decesso in assenza di trapianto ) o un peggioramento repentino della funzione epatica nonostante la terapia medica.

I pazienti selezionati disponevano anche di familiari di supporto, non mostravano gravi condizioni coesistenti e l’obbligo di astinenza dall’alcol.

La sopravvivenza è stata confrontata tra pazienti sottoposti a trapianto di fegato precoce e pazienti non-sottoposti all’intervento.

In totale, 26 pazienti con epatite alcolica grave ad alto rischio di decesso ( punteggio di Lille mediano, 0.88 ) sono stati selezionati e inseriti nella lista per un trapianto di fegato entro una mediana di 13 giorni dopo la mancata risposta a terapia medica.

Meno del 2% dei pazienti ricoverati per epatite alcolica grave sono stati selezionati.

I Centri hanno utilizzato il 2.9% dei trapianti disponibili per questa indicazione.

Il tasso di sopravvivenza cumulativo a 6 mesi è risultato più elevato nei pazienti che hanno ricevuto trapianto precoce che in quelli non-sottoposti a trapianto ( 77 vs 23, P inferiore a 0.001 ).

Questo vantaggio legato al trapianto precoce si è mantenuto al follow-up a 2 anni ( hazard ratio, HR=6.08; P=0.004 ).

Tre pazienti hanno ricominciato a bere alcol: 1 a 720 giorni, 1 a 740 giorni e 1 a 1140 giorni dopo il trapianto.

In conclusione, il trapianto precoce di fegato può migliorare la sopravvivenza nei pazienti con un primo episodio di epatite alcolica grave che non risponde alla terapia medica. ( Xagena2011 )

Mathurin P et al, N Engl J Med 2011; 365: 1790-1800



Gastro2011 Chiru2011


Indietro